Transfinito edizioni

Giancarlo Calciolari
Il romanzo del cuoco

pp. 740
formato 15,24x22,86

euro 35,00
acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La favola del gerundio. Non la revoca di Agamben

pp. 244
formato 10,7x17,4

euro 24,00
acquista

libro


Christian Pagano
Dictionnaire linguistique médiéval

pp. 450
formato 15,24x22,86

euro 22,00
acquista

libro


Fulvio Caccia
Rain bird

pp. 232
formato 15,59x23,39

euro 15,00
acquista

libro


Jasper Wilson
Burger King

pp. 96
formato 14,2x20,5

euro 10,00
acquista

libro


Christiane Apprieux
L’onda e la tessitura

pp. 58

ill. colori 57

formato

cm 33x33

acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La mela in pasticceria. 250 ricette

pp. 380
formato 15x23

euro 14,00
euro 6,34

(e-book)

acquista

libro

e-book


Riccardo Frattini
In morte del Tribunale di Legnago

pp. 96
formato cartaceo 15,2x22,8

euro 9,00
e-book

euro 6,00

acquista

libro

e-book


Giancarlo Calciolari
Imago. Non ti farai idoli

pp. 86
formato 10,8x17,5

euro 7,20
carrello


Giancarlo Calciolari
Pornokratès. Sulla questione del genere

pp. 98
formato 10,8x17,5

euro 7,60
carrello


Giancarlo Calciolari
Pierre Legendre. Ipotesi sul potere

pp. 230
formato 15,24x22,86

euro 12,00
carrello


TRANSFINITO International Webzine

"L’ultima neve" di Liliana Zinetti

Monica Cito
(10.03.2008)

Sentimenti d’abbandono cristallizzati in attimi di sfiducia stanchezza e terrore acqueo che, presentandosi agli occhi della poetessa, scavano ricordi in persone e sentire; finitezze sempre ultime e prime: inarrestabili azioni del disfacimento.

La solitudine, come panna (o neve), diventa oggetto quasi palpabile insieme all’elemento… dato che «Vero, più di ogni cosa pensata vera» (pag. 18); «Vivo in accumulazione di nascita e sepoltura» (pag. 29).
Il movimento del disfacimento, dell’attenzione alla precettistica, e del bel sogno svanito col trascorrere del tempo museale, diventano, insieme, concetto della dipartita, dell’abbandono inarrestabile ed ultimo: quello appartenente al tempo della vita-morte.

Salda attesa dell’osservatore, lo svanire diviene supremo ingiusto laico declino della carne; inarrestabile, inamovibile, e nulla possono i versi, «Non credere ad una parola, accorto lettore/Vero è il verso che manca» (pag. 25). Il verso che manca (mancante) è l’assoluto silenzio dopo la morte, quel che era e mai più tornerà. Come un’idea sull’altro: rapporto madre-figlia – quest’ultima ormai troppo cresciuta, adulta – e all’altro: il padre dipartito per quella che pare esser concepita da tutti come ultraterrenità.
Ma la morte del corpo e dello spirito è congiunta solitudine irreversibile e netta, detta assenza, scritta «Eterno» (pag. 69).

JPEG - 378.6 Kb
Angela Biancofiore, "La scrittura degli elementi"

È l’assoluto umido del bestiario-vita, sfilacciato in attimi-ricordi, ricordanze leopardiane. Qui, nell’attualità, quelle del sommo Poeta diventano ri-membranze; assaggi della carne sfatta dal tempo in sinergie
atomiche d’energie microdinamiche, neuroniche.
La vita è il suo stile, lo scorrer del palmo sul liscio del legno levigato ed il leggero solletico, ma anche il passaggio che dà la misura del tempo attraverso la profondità delle rughe.

Al di là di tutto (inteso come giovinezza e maturità eufemistica, ingannatrice) c’è il MANCATO, ciò che s’è voluto, quanto altri penseranno volessimo; sempre: la prepotente ed onnisciente ri-membranza, senza poter – se non come augurio a se medesimi – desiderare una certa qual fine del dolore-distanza (pag. 48).

Monica Cito è nata a Telese Terme (BN) nel 1972. Risiede a Ceglie Messapica (BR). Avvocato, si è laureata presso l’Università degli Studi di Bari, discutendo una tesi sulla pedofilia. Membro del direttivo del circolo “Pinuccio Tatarella” di Alleanza Nazionale a Ceglie Messapica, ivi riveste la qualifica di Responsabile Cultura. Ha pubblicato il romanzo “Venere, io t’amerò” per i tipi della Giulio Perrone editore (Roma, 2005). Sue liriche sono presenti in qualificate antologie. Due e-books (l’antologia poetica “Dea della caccia” e la sua tesi di laurea “Le condotte pedofile”) sono pubblicati su: www.kultvirtualpress.com e scaricabili gratuitamente dall’apposita sezione. Ha prefato sillogi poetiche e romanzi. Collabora come critica letteraria alla rivista “Il Cavallo di Cavalcanti” (Azimut Editore, Roma), nonché su varie riviste on line (www.transfinito.net, www.kultunderground.org e www.kultvirtualpress.com ; www.lucidamente.com ) e cartacee (come il trimestrale “Sud-Est”, dove si occupa di editoria indipendente e cura il premio letterario “Storie a Mezzogiorno”). Non si è sottratta ad interventi di critica letteraria anche su giornali “dell’opposizione”.

Suoi interventi di saggistica giuridica si trovano su www.diritto.it


Gli altri articoli della rubrica Poesia :












| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | ... | 16 |

3.04.2017