Transfinito edizioni

Giancarlo Calciolari
Il romanzo del cuoco

pp. 740
formato 15,24x22,86

euro 35,00
acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La favola del gerundio. Non la revoca di Agamben

pp. 244
formato 10,7x17,4

euro 24,00
acquista

libro


Christian Pagano
Dictionnaire linguistique médiéval

pp. 450
formato 15,24x22,86

euro 22,00
acquista

libro


Fulvio Caccia
Rain bird

pp. 232
formato 15,59x23,39

euro 15,00
acquista

libro


Jasper Wilson
Burger King

pp. 96
formato 14,2x20,5

euro 10,00
acquista

libro


Christiane Apprieux
L’onda e la tessitura

pp. 58

ill. colori 57

formato

cm 33x33

acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La mela in pasticceria. 250 ricette

pp. 380
formato 15x23

euro 14,00
euro 6,34

(e-book)

acquista

libro

e-book


Riccardo Frattini
In morte del Tribunale di Legnago

pp. 96
formato cartaceo 15,2x22,8

euro 9,00
e-book

euro 6,00

acquista

libro

e-book


Giancarlo Calciolari
Imago. Non ti farai idoli

pp. 86
formato 10,8x17,5

euro 7,20
carrello


Giancarlo Calciolari
Pornokratès. Sulla questione del genere

pp. 98
formato 10,8x17,5

euro 7,60
carrello


Giancarlo Calciolari
Pierre Legendre. Ipotesi sul potere

pp. 230
formato 15,24x22,86

euro 12,00
carrello


TRANSFINITO International Webzine

Quando il sospetto diviene un dubbio intellettuale?

La paranoia

Philippe Morin

L’ipotesi ironica di Philippe Morin, psicanalista a Parigi, è che l’artista Raymond Moretti, noto in particolare per avere illustrato per più di trent’anni "Le Magazine littéraire", è scomparso a seguito della trasformazione del mensile, che non ha più usufruito delle sue opere.

(27.07.2005)

Nell’autunno del 2004 “Le Magazine littéraire” passa di mano. Altra è la proprietà editoriale, altro il direttore, altri i collaboratori. Altra la copertina, che dal numero 65 del giugno 1972 era curata dall’artista Raymond Moretti.
Chissà perché di questo cambio di gestione l’attenzione è andata al destino di Raymond Moretti. Solo una serie di congetture, quasi una fuga di idee, forse nemmeno un’ipotesi abduttiva.

JPEG - 50.4 Kb
Alessandro Taglioni, "La nave"

L’idea che Raymond Moretti ci tenesse molto alla copertina che ciascun mese era un appuntamento formidabile nella sua vita. L’idea che la trasformazione del mensile, con la sua esclusione, poteva leggersi come la fine di un’epoca. L’idea di come potesse divenire difficile rilanciare il lavoro editoriale dell’artista sin qui svolto. Anche altre idee. Questo treno di idee sfociava in una singolare idea, per niente unica, quella che Raymond Moretti avrebbe potuto incappare nel contrappunto assoluto, la morte. Una improvvisa, rapida e insospettata malattia... Un’embolia polmonare.
Fantasie di un paranoico. Può darsi. Da L’uomo in paranoia di Claude Olievenstein a Come fare ridere un paranoico di François Roustang, nel campo psicanalitico francese è quasi un complimento ricevere l’appellativo di paranoico e non è più sgradito darlo.
Curiosamente, in altri termini - ma quale coincidenza da complotto delle cose - Raymond Moretti è deceduto il 3 giugno scorso. E traggo queste informazioni dal numero di “Le Magazine littéraire” di luglio-agosto 2005, numero 444. Non è il numero 666, Ma quasi.
Coincidenza sfortuita?
Il reale in cui sfocia l’ex-sistenza per Lacan, è ciò che non si piega ai nostri desideri. L’idea repentina del pericolo di morte per l’artista escluso pare essersi realizzata, come se la logica di questo esito fosse proprio quella che è alla base del ragionamento.
Forse non avremmo scritto questa breve nota se non ci fosse stata un’altra coincidenza: questo numero del “Magazine littéraire” che si apre con l’omaggio postumo a Raymond Moretti è dedicato, come sempre, a un tema in particolare. “La paranoia”. Ah, si?!

Philipe Morin, psicanalista, Parigi.

Traduzione dal francese di Giancarlo Calciolari, direttore di "Transfinito"


Gli altri articoli della rubrica Psicanalisi :












| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |

3.04.2017