Transfinito edizioni

Giancarlo Calciolari
Il romanzo del cuoco

pp. 740
formato 15,24x22,86

euro 35,00
acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La favola del gerundio. Non la revoca di Agamben

pp. 244
formato 10,7x17,4

euro 24,00
acquista

libro


Christian Pagano
Dictionnaire linguistique médiéval

pp. 450
formato 15,24x22,86

euro 22,00
acquista

libro


Fulvio Caccia
Rain bird

pp. 232
formato 15,59x23,39

euro 15,00
acquista

libro


Jasper Wilson
Burger King

pp. 96
formato 14,2x20,5

euro 10,00
acquista

libro


Christiane Apprieux
L’onda e la tessitura

pp. 58

ill. colori 57

formato

cm 33x33

acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La mela in pasticceria. 250 ricette

pp. 380
formato 15x23

euro 14,00
euro 6,34

(e-book)

acquista

libro

e-book


Riccardo Frattini
In morte del Tribunale di Legnago

pp. 96
formato cartaceo 15,2x22,8

euro 9,00
e-book

euro 6,00

acquista

libro

e-book


Giancarlo Calciolari
Imago. Non ti farai idoli

pp. 86
formato 10,8x17,5

euro 7,20
carrello


Giancarlo Calciolari
Pornokratès. Sulla questione del genere

pp. 98
formato 10,8x17,5

euro 7,60
carrello


Giancarlo Calciolari
Pierre Legendre. Ipotesi sul potere

pp. 230
formato 15,24x22,86

euro 12,00
carrello


TRANSFINITO International Webzine

La metastoria è come la metamatematica e il metalinguaggio: una creazione poco fantastica

Non c’è più la storia con la maiuscola

Fiorella Marini

Articolo in costruzione

(21.04.2005)

Ipotesi abduttiva tratta dallo scritto "La sembianza" del 1975 di Armando Verdiglione:
"Non c’è teoria metastorica o astorica o astratta: quella che si presenta così, e cioè il discorso occidentale, si basa sulla storia per fissarla, per crearla, propaga l’illusione sulla storia, ma si espone tuttavia alla deriva del processo significante. Il problema, dunque, non è quello di partire da una grammatica per valorizzare il marginale, la contraddizione, le lacune, e nemmeno d’inseguire il marginale, messi o no in questione alcuni presupposti, per ritrovare una rete epistemologica o grammaticale. Il problema è invece quello di attraversare una pratica, cui si sovrappone, occidentalmente, il teatro, la rappresentazione: una pratica che non procede secondo le categorie del positivo e del negativo, ma indica quei nodi su cui s’instaura l’operazione, il funzionamento del positivo e del negativo".

Dire ipotesi abduttiva vale a non più prendere la citazione come premessa logica per un sillogismo che approderà inevitabilmente alla verità logica implicita nella premessa. Il confronto col testo porta alla restituzione di un altro testo.
Se la scrittura abduttiva o dell’esperienza (che è anche esperienza di lettura insemiotizzabile) è evitata per tenersi alle genealogie di potere sociale e ai loro presunti benefici e malefici, allora si fa opera non di inventori ma di trombetti e recitatori delle altrui opere (Leonardo).

JPEG - 362.2 Kb
Christiane Apprieux, "Omaggio a Chagall", 2004, acrilico su juta, 50 x 65 cm

Fiorella Marini, nata nel 1962 a Siena, è poeta, gallerista. Dal 1993, quando era residente a Parigi, ha avviato una lettura inedita degli scritti di Armando Verdiglione. Risiede a Buenos Aires dal 1996.


Gli altri articoli della rubrica Storia :












| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 |

19.05.2017