Transfinito edizioni

Giancarlo Calciolari
Il romanzo del cuoco

pp. 740
formato 15,24x22,86

euro 35,00
acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La favola del gerundio. Non la revoca di Agamben

pp. 244
formato 10,7x17,4

euro 24,00
acquista

libro


Christian Pagano
Dictionnaire linguistique médiéval

pp. 450
formato 15,24x22,86

euro 22,00
acquista

libro


Fulvio Caccia
Rain bird

pp. 232
formato 15,59x23,39

euro 15,00
acquista

libro


Jasper Wilson
Burger King

pp. 96
formato 14,2x20,5

euro 10,00
acquista

libro


Christiane Apprieux
L’onda e la tessitura

pp. 58

ill. colori 57

formato

cm 33x33

acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La mela in pasticceria. 250 ricette

pp. 380
formato 15x23

euro 14,00
euro 6,34

(e-book)

acquista

libro

e-book


Riccardo Frattini
In morte del Tribunale di Legnago

pp. 96
formato cartaceo 15,2x22,8

euro 9,00
e-book

euro 6,00

acquista

libro

e-book


Giancarlo Calciolari
Imago. Non ti farai idoli

pp. 86
formato 10,8x17,5

euro 7,20
carrello


Giancarlo Calciolari
Pornokratès. Sulla questione del genere

pp. 98
formato 10,8x17,5

euro 7,60
carrello


Giancarlo Calciolari
Pierre Legendre. Ipotesi sul potere

pp. 230
formato 15,24x22,86

euro 12,00
carrello


TRANSFINITO International Webzine

Il business intellettuale. Aritmetica e cifratica del bilancio, nonché la lealtà, la dignità, l’onestà, nonché il costume, la decenza, l’ordine pubblico

Armando Verdiglione
(29.07.2017)

Il business s’inscrive nella parola, non nel discorso come causa. Il business,
l’affare, ovvero ciò che si fa serba la prova per la sua scrittura. L’affaire: l’otium e il
negotium non partecipano dello studium, del cercare di fare. Il business non è ciò che
si cerca di fare, non è indaffaramento, preoccupazione, affanno, pathos, stupore. Il
bilancio del business: come si scrive ciò che si fa, la poesia, la struttura dell’Altro. Il
tempo pragmatico è il tempo della struttura, è il tempo nella struttura, per ciò
industria, struttura dell’Altro. Il bilancio senza il tempo e senza l’Altro è il bilancio
sostanziale e mentale, il bilancio secondo il piano della previsione, della visione, del
visibile, il bilancio illuministico.

Il principio di accettabilità poggia sul principio di padronanza. Il business della
parola è il business intellettuale. Il bilancio della parola è il bilancio intellettuale. Il
business e il bilancio procedono dalla questione aperta. Il bilancio senza il tempo e
senza l’Altro è il bilancio pudico e pudibondo, il bilancio erotico. Il giudizio senza il
tempo e senza l’Altro è il giudizio pudibondo o pudico, il giudizio erotico.

La lontananza è una virtù del principio della parola, quindi anche del bilancio.

“Porro unum est necessarium” (ἑνός δέ ἐστιν χρεία, enós de estin chreía) (Vangelo
secondo Luca
, 10, 42). E è “unum bonum”. L’idea di bene, l’idea di uno, è già l’idea
della relazione, l’idea di bilancia. L’idea di bilancia è l’idea di armonia politica, di
armonia sociale, l’idea di ordine pubblico, di ordine sociale. Da qui la stessa idea di
bilancio o di sentenza che assecondi l’ordine pubblico, l’ordine sociale.

Aristotele: la necessità ontologica è la necessità dell’ordine pubblico, la necessità
della morale sociale, la necessaria coscienza morale sociale: “Quando una cosa non
può essere altrimenti da quella che è, noi sanciamo che è necessario che sia così”
(Metafisica) e “Tutto ciò che è, nel tempo in cui è, è necessario che sia”
(Sull’interpretazione).




Leggere il testo integrale

PDF - 135.3 Kb
Armando Verdiglione, "Il business intellettuale"

[Il testo è una trascrizione non rivista dall’Autore e uscirà in versione definitiva in un prossimo e-book.]


Gli altri articoli della rubrica Finanza :












| 1 | 2 |

30.07.2017