Transfinito edizioni

Fulvio Caccia
Rain bird

pp. 232
formato 15,59x23,39

euro 15,00
acquista

libro


Jasper Wilson
Burger King

pp. 96
formato 14,2x20,5

euro 10,00
acquista

libro


Christiane Apprieux
L’onda e la tessitura

pp. 58

ill. colori 57

formato

cm 33x33

acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La mela in pasticceria. 250 ricette

pp. 380
formato 15x23

euro 14,00
euro 6,34

(e-book)

acquista

libro

e-book


Riccardo Frattini
In morte del Tribunale di Legnago

pp. 96
formato cartaceo 15,2x22,8

euro 9,00
e-book

euro 6,00

acquista

libro

e-book


Giancarlo Calciolari
Imago. Non ti farai idoli

pp. 86
formato 10,8x17,5

euro 7,20
carrello


Giancarlo Calciolari
Pornokratès. Sulla questione del genere

pp. 98
formato 10,8x17,5

euro 7,60
carrello


Giancarlo Calciolari
Pierre Legendre. Ipotesi sul potere

pp. 230
formato 15,24x22,86

euro 12,00
carrello


TRANSFINITO International Webzine

Il processo matricida. Ovvero bagatelle contro un massacro

Armando Verdiglione
(19.01.2016)

Louis-Ferdinand Céline, Bagatelles pour un massacre, 1937.

Il massacro, il genocidio: l’etnocidio. La pulizia etnica. La pulizia. La purificazione. La catarsi. Non il malinteso, ma il massacro è contemplato dal sistema. L’impero del matricidio, ovvero della comunità conformista, ha bisogno sempre della vittima sacrificale e del vittimismo come l’unico civismo accettato. Il matricidio. L’idea di morte, anzitutto come idea di morte della materia, pertanto della diade, della triade, dell’Altro. L’idea di messa a morte del padre, l’idea di messa a morte del figlio, l’infanticidio. O la stessa idea di morte della madre.

Il fatto. Il fatto sacrificale. Il fatto penale, la quintessenza del fatto sacrificale, è richiesto dall’economicismo, ovvero dal principio dell’algebra del tempo e dal principio della geometria del tempo. Economicismo, nonché organicismo. La morte della materia, la morte del nome, del significante, dell’Altro, la morte della relazione. Dare un nome alla morte: il principio del nome del nome. Togliete il nome: e avete il nome del nome nel suo principio, il principio del nome del nome. Il padre, anziché indice dell’innominabile del nome, viene tolto: da qui il nome del nome.
Il principio del nome del nome è il principio dell’economicismo, dell’organicismo, del minimo male comune ultimo necessario. È il principio della purificazione, il principio del purismo. È il principio dell’algebra del tempo, che trae con sé la significazione del debito nella sudditanza. È il principio della geometria del tempo, che trae con sé la significazione del credito nell’osservanza come esecuzione — la practica, come viene indicata dal Malleus maleficarum. Il massacro si conferma attraverso la denuncia.

Leggere il testo integrale

PDF - 189.5 Kb
Armando Verdiglione, "Il processo matricida. Ovvero bagatelle contro un massacro"
JPEG - 22.5 Kb
Opera di Christiane Apprieux

Gli altri articoli della rubrica Diritto :












| 1 | 2 | 3 |

3.04.2017