Transfinito edizioni

Giancarlo Calciolari
Il romanzo del cuoco

pp. 740
formato 15,24x22,86

euro 35,00
acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La favola del gerundio. Non la revoca di Agamben

pp. 244
formato 10,7x17,4

euro 24,00
acquista

libro


Christian Pagano
Dictionnaire linguistique médiéval

pp. 450
formato 15,24x22,86

euro 22,00
acquista

libro


Fulvio Caccia
Rain bird

pp. 232
formato 15,59x23,39

euro 15,00
acquista

libro


Jasper Wilson
Burger King

pp. 96
formato 14,2x20,5

euro 10,00
acquista

libro


Christiane Apprieux
L’onda e la tessitura

pp. 58

ill. colori 57

formato

cm 33x33

acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La mela in pasticceria. 250 ricette

pp. 380
formato 15x23

euro 14,00
euro 6,34

(e-book)

acquista

libro

e-book


Riccardo Frattini
In morte del Tribunale di Legnago

pp. 96
formato cartaceo 15,2x22,8

euro 9,00
e-book

euro 6,00

acquista

libro

e-book


Giancarlo Calciolari
Imago. Non ti farai idoli

pp. 86
formato 10,8x17,5

euro 7,20
carrello


Giancarlo Calciolari
Pornokratès. Sulla questione del genere

pp. 98
formato 10,8x17,5

euro 7,60
carrello


Giancarlo Calciolari
Pierre Legendre. Ipotesi sul potere

pp. 230
formato 15,24x22,86

euro 12,00
carrello


TRANSFINITO International Webzine

Raggiungere. Qualcosa sul musicale

Nicola Rosti
(9.09.2013)

Occorre qui interrogare la possibilità concreta di affiancare ai comuni quanto necessari percorsi di formazione musicale uno sviluppo che chiami in causa l’interezza della soggettività del musicista; tutt’altro passibile, esso, di essere considerata già in sé sufficientemente matura da non necessitare di un percorso evolutivo; interezza fisica, anima e spirituale. Si sarà pronti a dire che questo riguarda una scelta individuale che non può mescolarsi direttamente alla “questione musicale”;almeno non direttamente, non se ne vede come. Oppure si dirà che tale spunto sia già stato dato dai così detti coach, e formatori di varia natura. Il più di queste proposte non mirano ad una ricerca interiore, ad un approfondimento dell’intimità dell’uomo nella sua relazione cosciente con lo spirituale, ma per lo più ad un potenziamento del già esistente; spesso questo coincide con uno sviluppo dell’Ego.

Quello che qui invece si cerca di abbozzare è qualcosa che si reca nella direzione opposta, vale a dire quella di un formazione-educazionein grado di espandere i confini della sua percezione cosciente alle regioni inconsce dell’anima e a quelle dello spirituale, in quanto solo così, si ritiene, si può parlare oggi di formazione artistica, che è formazione dell’uomo prima che delle sua abilità materiali.Non di scuola occulta si sta parlando.

Diremo dunque: dell’ordine di due scenari complementari e differenti: la scena inconscia e la scena spirituale, poiché essi convivono.C’è una musica “dal basso” e una musica dell’”alto”; una che preme dall’istintualità dell’anima senziente come ciò che emerge dal corpo pulsionale e ciò che discente come dono dalle regioni del soprasensibile. Esse devono trovare un accordo.Lo si tenga presente.Il pulsionale non è lo spirituale, finché questi non faccia corpo. Essi si accordano nella misura in cui il desiderio e l’anelito trovano la congruenza dei solo destini e si immettono nella corrente dell’esistenza terrena.

Leggere il testo integrale

Word - 87 Kb
Nicola Rosti, "Raggiungere. Qualcosa sul musicale"
JPEG - 92 Kb
Opera di Hiko Yoshitaka

Gli altri articoli della rubrica Musica :












| 1 | 2 |

26.04.2017