Transfinito edizioni

Giancarlo Calciolari
Il romanzo del cuoco

pp. 740
formato 15,24x22,86

euro 35,00
acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La favola del gerundio. Non la revoca di Agamben

pp. 244
formato 10,7x17,4

euro 24,00
acquista

libro


Christian Pagano
Dictionnaire linguistique médiéval

pp. 450
formato 15,24x22,86

euro 22,00
acquista

libro


Fulvio Caccia
Rain bird

pp. 232
formato 15,59x23,39

euro 15,00
acquista

libro


Jasper Wilson
Burger King

pp. 96
formato 14,2x20,5

euro 10,00
acquista

libro


Christiane Apprieux
L’onda e la tessitura

pp. 58

ill. colori 57

formato

cm 33x33

acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La mela in pasticceria. 250 ricette

pp. 380
formato 15x23

euro 14,00
euro 6,34

(e-book)

acquista

libro

e-book


Riccardo Frattini
In morte del Tribunale di Legnago

pp. 96
formato cartaceo 15,2x22,8

euro 9,00
e-book

euro 6,00

acquista

libro

e-book


Giancarlo Calciolari
Imago. Non ti farai idoli

pp. 86
formato 10,8x17,5

euro 7,20
carrello


Giancarlo Calciolari
Pornokratès. Sulla questione del genere

pp. 98
formato 10,8x17,5

euro 7,60
carrello


Giancarlo Calciolari
Pierre Legendre. Ipotesi sul potere

pp. 230
formato 15,24x22,86

euro 12,00
carrello


TRANSFINITO International Webzine

Quale valore

Giancarlo Calciolari
(24.04.2012)

Il valore è preso nel sistema di valori, mercificato. Sistema del valore. La merce tolta dall’equivoco comporta che l’equità volga verso l’assioma, che diventa così relazionale. Dal sistema delle relazioni è tolta una merce che diviene equivalente generale dei valori, che determina il valore delle merci da scambiare, ma anche degli uomini, delle donne. E sorgono le procedure di validazione e i protocolli di validità.
L’enigma del feticismo della merce è l’enigma stesso del feticismo delle donne, delle donne erette a feticcio, a oggetto sessuale. Lo scambio erotico è la prostituzione.
Nel Feticismo (1927), Freud afferma che il feticcio è il sostituto del fallo che la madre non ha. Questo è il processo della messa in equivalenza fatta sul nome del nome. Processo di sostituzione, di rimpiazzo, di supplenza (sia Lacan che Derrida), di deformazione, di rappresentazione. Anche il sintomo come formazione sostitutiva dell’idea rimossa (Freud). Il fallo come equivalente generale della significazione: omessi il senso, il sapere, la verità.
La chance per ciascuno risiede nello spingere l’equivalenza all’equivocazione. Due sostituzioni senza equivalenza del senso e del sapere, metafora e metonimia, una transvalutazione (il sogno di Nietzsche): la catacresi, l’abuso linguistico. Il piacere improbabile. Dall’assioma al valore assoluto. La condizione del valore. Chi accetta il sistema predefinito di valori si svalorizza. L’equità verrebbe tolta per l’equazione, che idealizzata positiva si realizza con segno meno. Il valore assoluto rappresenterebbe la quintessenza del male. E non si tratta di rovesciarne il valore per una quintessenza del bene. Il valore assoluto è al di la del bene e del male.




JPEG - 365.8 Kb
Hiko Yoshitaka, "Senza titolo", 2012, cifratipo, olio su carta di puro cotone Artem di Fabriano

[Questa nota è la traccia di uno dei libri che non riusciremo mai a scrivere.]



Aprile 2012


Gli altri articoli della rubrica Teoria :












| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | ... | 12 |

30.07.2017