Transfinito edizioni

Giancarlo Calciolari
Il romanzo del cuoco

pp. 740
formato 15,24x22,86

euro 35,00
acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La favola del gerundio. Non la revoca di Agamben

pp. 244
formato 10,7x17,4

euro 24,00
acquista

libro


Christian Pagano
Dictionnaire linguistique médiéval

pp. 450
formato 15,24x22,86

euro 22,00
acquista

libro


Fulvio Caccia
Rain bird

pp. 232
formato 15,59x23,39

euro 15,00
acquista

libro


Jasper Wilson
Burger King

pp. 96
formato 14,2x20,5

euro 10,00
acquista

libro


Christiane Apprieux
L’onda e la tessitura

pp. 58

ill. colori 57

formato

cm 33x33

acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La mela in pasticceria. 250 ricette

pp. 380
formato 15x23

euro 14,00
euro 6,34

(e-book)

acquista

libro

e-book


Riccardo Frattini
In morte del Tribunale di Legnago

pp. 96
formato cartaceo 15,2x22,8

euro 9,00
e-book

euro 6,00

acquista

libro

e-book


Giancarlo Calciolari
Imago. Non ti farai idoli

pp. 86
formato 10,8x17,5

euro 7,20
carrello


Giancarlo Calciolari
Pornokratès. Sulla questione del genere

pp. 98
formato 10,8x17,5

euro 7,60
carrello


Giancarlo Calciolari
Pierre Legendre. Ipotesi sul potere

pp. 230
formato 15,24x22,86

euro 12,00
carrello


TRANSFINITO International Webzine

La psicanalisi laica

Alessandra Guerra
(3.10.2011)

Carissimi firmatari del Manifesto e simpatizzanti della psicanalisi


con il presente editoriale vorrei fare un breve aggiornamento.

Il discorso giudiziario continua, tramite le sentenze, ad assimilare completamente psicanalisi e psicoterapia.

La sbagliata sentenza della Cassazione del 11 aprile 2011 (vedi editoriale del 25 maggio 2011) non ha tardato a dare i suoi frutti peggiori; nel luglio scorso è stata emessa una ulteriore sentenza di condanna di una psicanalista italiana, psicanalista con più di trenta anni di serio lavoro e significativa formazione, condanna emessa per esercizio abusivo della professione di psicoterapeuta.

Tra breve comincerà un altro processo nei confronti di uno psicanalista per esercizio abusivo della professione di psicoterapeuta.

Ritengo che in una situazione così difficile l’indifferenza nei confronti del destino della psicanalisi laica sia un grande errore poiché la psicanalisi laica implica, alla sua base, libertà di cura, libertà di parola, libertà di pensiero; per questo motivo penso sia veramente importante dare la massima diffusione al Manifesto e farlo conoscere e sottoscrivere.

JPEG - 335.9 Kb
Hiko Yoshitaka, "L’esprit", 2011, cifratipo, olio su carta

Il discorso giudiziario va nella direzione della totale assimilazione della psicanalisi laica alla psicoterapia, come se il testo freudiano Il problema dell’analisi profana. Conversazioni con un interlocutore imparziale non fosse mai stato scritto e tutta la teorizzazione lacaniana non fosse mai esistita.

In questo senso ritengo che il ruolo fondamentale del sito del Manifesto per la difesa della psicanalisi sia anche quello di riaffermare incessantemente la specificità del discorso psicanalitico, sia in quanto tale sia nel merito della formazione dello psicanalista sia nel merito della clinica psicanalitica stessa.

In questa direzione vanno le interviste che presentiamo sul sito oggi.

Charles Melman, figura storica della psicanalisi lacaniana in Francia e fondatore dell’ALI , ci ha rilasciato una intervista sul tema della formazione dello psicanalista. In questa intervista riprende alcuni temi sulla formazione dello psicanalista e la distinzione tra psicanalisi e psicoterapia.

Gérard Pommier, protagonista indiscusso della psicanalisi francese e non solo francese, ci ha rilasciato una intervista sulla formazione dello psicanalista, intervista che a mio parere non mancherà di fare discutere.

Jacques Nassif, psicanalista e teorico della psicanalisi, ci ha rilasciato una lunga, dettagliata e interessante intervista sul tema della clinica psicanalitica. Jacques Nassif dice il suo pensiero sulle questioni fondamentali della clinica psicanalitica, con affermazioni “forti” e per questo importanti.

Erik Porge, importante psicanalista francese, riprende nella sua seconda intervista i fondamenti storici e teorici della clinica psicanalitica a partire dalla fondamentale teorizzazione lacaniana. Clinica psicanalitica, psicoterapia, suggestione… Temi assolutamente fondamentali per la psicanalisi di oggi.

Antonello Sciacchitano, psicanalista lacaniano della prima ora e traduttore di Lacan, ci ha rilasciato una lunga intervista dove interviene su un tema a lui caro (oltre a molti altri temi): la psicanalisi è una scienza? Cosa resta del discorso scientifico nella psicanalisi?

Jean Luc Martin, psicanalista francese e psicologo, ci ha rilasciato una lunga intervista sulla sua lunga vita professionale; in questa intervista racconta attraverso la sua personale esperienza quarant’anni di storia della psicanalisi francese, e pone degli interrogativi sulla situazione attuale. Dove stiamo andando?

Nabile Fares, famoso scrittore e psicanalista algerino-francese, ci racconta la sua storia.
Attraverso le sue parole della grande storia vediamo i riflessi nei destini individuali della grande storia, anche della psicanalisi.

Ringrazio Christine dal Bon e Elena Righini per l’importante lavoro di trascrizione dei testi, i colleghi e amici che hanno tradotto queste interviste Claudia Furlanetto, Stefano Ferrara, Janja Jerkov, Giancarlo Calciolari e l’amico Marco Vecchiato per l’impegnativo lavoro di pubblicazione dei testi sul sito.

Il sito è sicuramente occasione e luogo di interviste, ma anche luogo di dibattito su tematiche importanti.

Il giorno 12 febbraio scorso a Torino c’è stato un dibattito organizzato da cinque associazioni psicanalitiche in occasione della presentazione del Manifesto per la difesa della psicanalisi, dibattito nel quale sono intervenuti per la prima volta coloro che hanno scritto il Manifesto e ne hanno raccontato la storia.

Il Sole 24 ore ha scritto un breve articolo in data 13 luglio 2011 sulla sentenza della Cassazione dell’11 aprile 2011.

Alcuni colleghi - Christine Dal Bon, Marisa Galbussera, Ettore Perrella - hanno risposto a questo articolo mandando delle lettere al quotidiano, lettere che pubblichiamo molto volentieri e che contribuiscono a ricordare al lettore che la psicanalisi laica in Italia ha una sua importante tradizione culturale.

A proposito di questa sentenza pubblichiamo alcuni articoli nel merito, un articolo di Moreno Manghi dal titolo Confutazione di una sentenza aberrante della Corte di Appello e un articolo di Maurizio Forzoni dal titolo La psicoanalisi: dal divano all’aula di tribunale. Psico -appropriazioni indebite.

A proposito di psicanalisi e diritto pubblichiamo due testi, un testo dal titolo Psicanalisi e diritto di Ettore Perrella (testo uscito qualche anno fa, ma assolutamente attuale) e un testo di Giovanni Sias dal titolo Quale legge per lo psicanalista? Invito alla lettura di entrambi i testi, a mio parere importanti per il tema della psicanalisi laica e per la situazione attuale.

Il manifesto è stato tradotto nella sesta lingua, il portoghese, e colgo l’occasione per ringraziare Cristiane Cardoso per questo importante lavoro di traduzione, che ci permette di avvicinarci al mondo della psicanalisi di lingua portoghese.

Il lavoro di diffusione del manifesto prosegue, e vorrei cogliere l’occasione di questo editoriale per ringraziare le associazioni che si sono aggiunte alle adesioni del Manifesto dopo il 5 giugno.

Ringrazio per l’adesione al Manifesto la Fondazione Européenne pour la Psychanalyse per l’Associazione Lacaniana Internazionale, sede di Roma e l’Association Lacanienne internationale, sede di Parigi, adesioni che hanno un evidente significato politico, di difesa della psicanalisi laica.

Ringrazio l’Interassociatif Européen de Psychanalyse e le associazioni dell’ Interassociatif che hanno aderito con entusiasmo e partecipazione al Manifesto durante le giornate di Ostenda del 17-18 settembre scorso: Acte Psychanalytique, Cartels constituants de l’Analyse Freudienne, Le Cercle Freudien, École Belge de Psychanalyse/BelgischeSchool voor Psychoanalyse, Errata, Groupe Antillais de Recherche- d’Etudes et de Formation Psychanalytique, Groupe d’Études Psychanalytiques de Grenoble, Mouvement du Coût Freudien, Questionnement Psychanalytique, Psychanalyse Actuelle.

Ringrazio le associazioni Mayéutica Institución Psicoanalítica e la Escuela de Psicoanálisis Sigmund Freud – Rosario che danno la dimensione veramente internazionale delle tematiche poste dal manifesto.


A questo proposito ringrazio Mara Musolino, rappresentante di Maieutica nella Commissione Generale di Convergenza (gruppo di associazioni lacaniane) che ci ha mandato un resoconto delle motivazioni di adesione al Manifesto da parte di Maieutica stessa.

Abbiamo avuto notizia dell’arresto di una psicanalista siriana, Rafah Nached, in data 10 settembre.

Anche questo arresto dimostra che psicanalisi e libertà sono indissolubilmente legate e quando ci si batte per la psicanalisi lo si fa anche per la libertà di ciascuno. C’è un documento nel sito dove ci sono i riferimenti per dare una adesione all’appello per la sua liberazione.

Per concludere: ringrazio ciascun sostenitore e invito ciascuno a dare la massima diffusione e ad aderire al Manifesto.



Alessandra Guerra


Ravenna, 2 ottobre 2011

www.manifestoperladifesadellapsicanalisi.it


Gli altri articoli della rubrica Diritto :












| 1 | 2 | 3 |

30.07.2017