Transfinito edizioni

Giancarlo Calciolari
Il romanzo del cuoco

pp. 740
formato 15,24x22,86

euro 35,00
acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La favola del gerundio. Non la revoca di Agamben

pp. 244
formato 10,7x17,4

euro 24,00
acquista

libro


Christian Pagano
Dictionnaire linguistique médiéval

pp. 450
formato 15,24x22,86

euro 22,00
acquista

libro


Fulvio Caccia
Rain bird

pp. 232
formato 15,59x23,39

euro 15,00
acquista

libro


Jasper Wilson
Burger King

pp. 96
formato 14,2x20,5

euro 10,00
acquista

libro


Christiane Apprieux
L’onda e la tessitura

pp. 58

ill. colori 57

formato

cm 33x33

acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La mela in pasticceria. 250 ricette

pp. 380
formato 15x23

euro 14,00
euro 6,34

(e-book)

acquista

libro

e-book


Riccardo Frattini
In morte del Tribunale di Legnago

pp. 96
formato cartaceo 15,2x22,8

euro 9,00
e-book

euro 6,00

acquista

libro

e-book


Giancarlo Calciolari
Imago. Non ti farai idoli

pp. 86
formato 10,8x17,5

euro 7,20
carrello


Giancarlo Calciolari
Pornokratès. Sulla questione del genere

pp. 98
formato 10,8x17,5

euro 7,60
carrello


Giancarlo Calciolari
Pierre Legendre. Ipotesi sul potere

pp. 230
formato 15,24x22,86

euro 12,00
carrello


TRANSFINITO International Webzine

Bollicine

Alena Fialová
(11.09.2009)

Secondo Paniasi, zio di Erodoto, il vino è come il fuoco, un grande rimedio. “Il vino è come la vita per gli uomini, purché tu lo beva con misura”, Siracide. In altre versioni della Bibbia “misura” è tradotto con moderazione. Il vino, il bere, il modo. Quale procedura. La misura, il tempo come misura immisurabile, nel senso che la misura non è appannaggio dell’uomo, allora ne risulterebbe la dose, la droga. Il vino è come la vita, il vino come indice del tempo. Non il vino come indice sociale. Non il vino che risponderebbe alla domanda: dimmi cosa bevi e ti dirò chi sei.

Il vino porterebbe a compimento la genealogia impossibile del bere, girando per il gruppo, come esorta a fare Archiloco. Già per Alceo (VII secolo a. C.) il vino è “dono d’oblio”. Dal vino come specchio dell’anima (Eschilo) nella vita dei greci e dei romani si è giunti al cibo come specchio della società (vulgata postmarxista).

[dal libro sulla cucina, il cibo e il gusto di Giancarlo Calciolari, di prossima pubblicazione da Transfinito edizioni]









Gli altri articoli della rubrica Cucina :












| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 |

30.07.2017