Transfinito edizioni

Giancarlo Calciolari
Il romanzo del cuoco

pp. 740
formato 15,24x22,86

euro 35,00
acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La favola del gerundio. Non la revoca di Agamben

pp. 244
formato 10,7x17,4

euro 24,00
acquista

libro


Christian Pagano
Dictionnaire linguistique médiéval

pp. 450
formato 15,24x22,86

euro 22,00
acquista

libro


Fulvio Caccia
Rain bird

pp. 232
formato 15,59x23,39

euro 15,00
acquista

libro


Jasper Wilson
Burger King

pp. 96
formato 14,2x20,5

euro 10,00
acquista

libro


Christiane Apprieux
L’onda e la tessitura

pp. 58

ill. colori 57

formato

cm 33x33

acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La mela in pasticceria. 250 ricette

pp. 380
formato 15x23

euro 14,00
euro 6,34

(e-book)

acquista

libro

e-book


Riccardo Frattini
In morte del Tribunale di Legnago

pp. 96
formato cartaceo 15,2x22,8

euro 9,00
e-book

euro 6,00

acquista

libro

e-book


Giancarlo Calciolari
Imago. Non ti farai idoli

pp. 86
formato 10,8x17,5

euro 7,20
carrello


Giancarlo Calciolari
Pornokratès. Sulla questione del genere

pp. 98
formato 10,8x17,5

euro 7,60
carrello


Giancarlo Calciolari
Pierre Legendre. Ipotesi sul potere

pp. 230
formato 15,24x22,86

euro 12,00
carrello


TRANSFINITO International Webzine

Mostra del maestro Attilio Granata alla Parada di Brescia

Comunicato Stampa
(2.09.2008)

L’Ass. Cult. "La Parada" sita in Via Milano 64 a Brescia apre la stagione espositiva 2008-2009 con una bellissima mostra del Maestro Attilio Granata. L’inaugurazione sarà SABATO 6 SETTEMBRE DALLE 17 ALLE 19.30

Le opere saranno in visione sino al 26 settembre con il solito orario: dal martedì al venerdì dalle 19 alle 21 o su appuntamento (cell. 335-5633509).

Art Director

Gi Morandini

Nato a Milano nel 1917, Attilio Granata è influenzato dal padre che lo porta con sé abitualmente a visitare mostre, chiese e musei. Vista la sua attitudine, la passione e le doti artistiche, frequenta il Conservatorio sotto la guida del maestro Poltronieri. Solo più tardi frequenta la Scuola di Disegno al Castello Sforzesco e a 22 anni si diploma al Conservatorio. Il periodo della guerra lo coglie ancora giovane impegnato sul fronte jugoslavo prima e sul fronte francese poi, dove conosce Josette che diventerà in seguito sua moglie. Nel frattempo intrattiene contatti con i pittori Gianni Maimeri di Milano e Frappi di Foligno. Nel marzo del ’44 entra nell’orchestra della Rai di Milano. Nel ’50 riprende lezioni di disegno e pittura. Si iscrive a Brera alla Scuola serale libera del Nudo diretta da Salvadori e la frequenta assiduamente per quattro anni. E’ di quegli anni il sodalizio con i pittori Radino, Meyer e Belotti. Partecipa alle mostre dei dipendenti Rai a Torino, Roma e Milano, vincendo anche alcuni premi. Il suo temperamento schivo e riservato lo induce a non sfruttare le conoscenze che gli potrebbero aprire le porte del mercato. Nel 1977 si ritira in Brianza dove attinge nuova ispirazione per la realizzazione delle sue tele. Muore a Varese nel 1991.


Gli altri articoli della rubrica Pittura :












| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |

30.07.2017