Transfinito edizioni

Giancarlo Calciolari
Il romanzo del cuoco

pp. 740
formato 15,24x22,86

euro 35,00
acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La favola del gerundio. Non la revoca di Agamben

pp. 244
formato 10,7x17,4

euro 24,00
acquista

libro


Christian Pagano
Dictionnaire linguistique médiéval

pp. 450
formato 15,24x22,86

euro 22,00
acquista

libro


Fulvio Caccia
Rain bird

pp. 232
formato 15,59x23,39

euro 15,00
acquista

libro


Jasper Wilson
Burger King

pp. 96
formato 14,2x20,5

euro 10,00
acquista

libro


Christiane Apprieux
L’onda e la tessitura

pp. 58

ill. colori 57

formato

cm 33x33

acquista

libro


Giancarlo Calciolari
La mela in pasticceria. 250 ricette

pp. 380
formato 15x23

euro 14,00
euro 6,34

(e-book)

acquista

libro

e-book


Riccardo Frattini
In morte del Tribunale di Legnago

pp. 96
formato cartaceo 15,2x22,8

euro 9,00
e-book

euro 6,00

acquista

libro

e-book


Giancarlo Calciolari
Imago. Non ti farai idoli

pp. 86
formato 10,8x17,5

euro 7,20
carrello


Giancarlo Calciolari
Pornokratès. Sulla questione del genere

pp. 98
formato 10,8x17,5

euro 7,60
carrello


Giancarlo Calciolari
Pierre Legendre. Ipotesi sul potere

pp. 230
formato 15,24x22,86

euro 12,00
carrello


TRANSFINITO International Webzine

La natura e la luce di Massimo Spolon

Giancarlo Calciolari
(8.02.2008)

Debutta con la sua prima personale Massimo Spolon, alla galleria “Parada” di Brescia, accolto dall’art director Gi Morandini, attento alla varie espressioni dell’arte.

Massimo Spolon nato a Varese nel 1967, segue un altro percorso formativo, non legato alla pittura, ma all’arte approda dal confronto con la natura, e dal desiderio di prelevare immagini per trasporle in una scrittura di luce.

In effetti è quando la luce – che non è solo la luce fisica che ci illumina dall’alto, come insegna Leonardo – diviene luce transnaturale, prossima alla cifra della sua esperienza, che Spolon trova la sua opera conclusa.

Massimo Spolon dipinge a olio su tela, lavorando di spatola, con una tavolozza di colori che si combinano in colpi rapidi e precisi. I colori sono quelli della terra, dell’acqua, dei boschi, delle pietre, del cielo. E c’è l’aria nei suoi lavori, w quindi c’è respiro, soffio, vita.

La via delle figure identificabili è più difficile nel moderno, quando la loro riproducibilità perfetta è andata decisamente oltre a quella sottolineata da Benjamin.

Ma l’oscillazione tra astratto e figurativo è interna al discorso dell’arte, che si impedisce per sua struttura discorsiva di accorgersi d’altro. Ciascuna via è degna e va esplorata sino alla qualità estrema. Massimo Spolon non è nella vita parallela, è proprio nell’itinerario che sfocia nella terra di latte e miele.



Associazione Culturale “La Parada”

Via Milano, 64

Brescia

Orari d’apertura dalle 19 alle 21 dal lunedì al venerdì o su appuntamento.

Ar Director Gi Morandini, cell. 335 5633509

www.laparada.it

Giancarlo Calciolari, direttore di “Transfinito.eu”


Gli altri articoli della rubrica Pittura :












| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |

19.05.2017